E’ ciò che si respira. E’ la leva che ti porta a partecipare. E’ la presunzione che la buona musica è solo quella che piace a te o, in questo caso, che ti piaceva e che ha accompagnato i tuoi anni più spensierati. Ma al di là di queste idiote riflessioni c’è il fatto: SERATONA al Mamo Center di Settebagni (RM) per ascoltare LIVE i Dangerbyrds (The Italian Crosby Stills Nash & Young Tribute) e i Rawstars. Formazioni di musicisti collaudate che hanno riproposto brani “in purezza” della West Coast ed alcuni brani da loro composti.

E allora … un salto indietro alla fine degli anni settanta. Io completavo il liceo e mi avventuravo al percorso universitario. Agraria! … Era molto di tendenza. Nonostante frequentassi agraria e avessi dimestichezza con il Bonciarelli, continuavo a domandarmi il significato del titolo dell’elleppì di Neil YoungHarvest” (!). Ascoltavamo per lo più le musicassette, a velocità variabile in funzione del livello di carica delle stilo inserite nel registratore.

La mattina facevamo colazione con Crosby, Still, Nash & Young, gli America, gli Eagles e i Jefferson Airplane. La domenica si ascoltava il calcio minuto per minuto spuntando e spillando la schedina del Totocalcio (si vinceva con il 13 e il 12) visto che rappresentava l’unica probabile fonte di finanziamento di noi studenti fuori-sede.

Ci sentivamo un po’ californiani e scaldati dal sole della West Coast. Se suonavi la chitarra proponevi obbligatoriamente pezzi di CSN&Y e, se volevi far colpo, l’overture di Needle and the Damage Done di Neil Young. Sul falsetto però cadevi rovinosamente. E inoltre non disponevamo di Harley Davidson.

Insomma, per farla breve, ci siamo ritrovati al Mamo Center non perché sperassi di rivedere gli ex colleghi fuori sede dell’università ma per riascoltare e riassaporare quell’aria. Sul palco musicisti e artisti di spessore che peraltro avevo già avuto modo di ascoltare e vedere in occasione della Notte della Ruggine (Roma canta Neil Young). Quindi se ne può dedurre che sono un romantico-nostalgico-compulsivo. Ma sono anche state occasioni per tirar scatti.

Ancora bravi, ancora puro Hotel California.

Dangerbyrds

Francesco Lucarelli

AMERICANARAMA

Stefano Frollano

La Notte della Ruggine

Fabrizio Settimi, The Niro, Gabriella Paravati

La Notte della Ruggine

Gianluca Galletti

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •